Home » Vignette

Vignetta: Occhiali neri

di | 11 dicembre 2011 | No Comment |


Gli occhiali neri con cui non si vede niente stanno andando a ruba! Questo modello non è male: quando succede che la polizia picchi qualcuno o cose del genere, con questi stai sicuro di non vedere nulla…


Contesto: una società di ciechi che non vogliono vedere. Ognuno se ne va dritto per la propria strada, senza curarsi di chi lo circonda. Ciechi che vogliono rimanere tali e che, per essere sicuri della propria cecità, acquistano occhiali da sole “accecanti”. Li Xiaoguai offre la sua interpretazione della società cinese odierna servendosi di un’immagine forte ed evocativa alla quale c’è ben poco da aggiungere.

Per un esempio, viene in mente ancora una volta il recente caso della bambina investita al mercato senza che nessuno si fermasse a soccorrerla, una vicenda di cui abbiamo scritto anche su Cineresie, interrogandoci su questa società in frantumi, desolante per mancanza di coesione e solidarietà.

Alcuni ritengono che il benessere individuale sia il fattore principale su cui si regge il patto sociale che permette al Partito di rimanere al potere. Finché la crescita sarà in grado di innalzare il tenore di vita di chi sta alla base (o per lo meno di alimentarne le aspettative) allora si potrà rimanere ciechi. Anzi, si vorrà esserlo a tutti i costi, esigendo occhiali tanto scuri da non vedere al di là della propria cerchia di relazioni. Che bisogno c’è di conoscere il mondo? Perché farsi disturbare da informazioni e notizie che costringono a riflettere?

Tuttavia, ad essere (molto) ottimisti, anche in Cina si riescono a vedere possibili anticorpi a questo stato di cose.

L’immagine di centinaia di persone che indossando occhiali da sole, infatti, richiama anche la recente mobilitazione a favore dell’avvocato “scalzo” non vedente Chen Guancheng, ancora oggi agli arresti domiciliari nel suo villaggio natale, dopo aver scontato per intero la propria pena in carcere. In quel caso si è trattato di cittadini che, nel loro dimostrare solidarietà a Chen, hanno scelto di vedere, denunciare ed esigere giustizia, mossi da una visione del mondo meno individualista e più solidale. Forse la vignetta di Li Xiaoguai serve anche a rammentarci l’esistenza di questa parte più “sana” nella società cinese. Una piccola parte, certo, ma ben determinata a vedere a tutti i costi, anche quando indossa occhiali da sole.

pubblicata su blogtd il 24/11/2011, leggi tutte le vignette di Li Xiaoguai